in Primo Piano

A Palazzo San Macuto, una delle sedi della Camera dei Deputati

PRESENTATO L’OSSERVATORIO NAZIONALE PROFESSIONI 2018

Con Giorgio Berloffa, presidente CNA Professioni e Daniele Vaccarino, presidente nazionale CNA, diversi parlamentari e molti rappresentanti delle associazioni affiliate CNA

ROMA (24 luglio 2018) - La crescita dei professionisti non ordinistici procede senza soste. In coerenza con i colleghi ordinistici, con i dipendenti e con l’occupazione in genere. E in contrasto con l’andamento delle altre categorie di lavoro indipendente. Lo rileva la quarta edizione dell’Osservatorio nazionale professionisti 2018, curato dalla CNA per porre ancora una volta all’attenzione della politica la complessa realtà, nell’ambito dell’ampia platea del lavoro, nata con la Legge 4/2013. Una legge che ha contribuito a rendere più nitida la nebulosa di questa categoria di professionisti in precedenza trascurata dal legislatore. Una legge che ha finalmente disciplinato la qualificazione delle competenze professionali secondo forme di regolazione volontarie definite attraverso gli standard della certificazione di qualità. >>>

DI DIGNITA'

"Un decreto sbagliato. Ora confidiamo nel Parlamento"

Vaccarino (Rete Imprese Italia)

Un decreto sbagliato che toglie lavoro anziché crearlo. La pur lodevole esclusione della reintroduzione delle causali nei contratti stagionali a tempo determinato non è sufficiente a modificare il nostro giudizio.

L’irrigidimento della disciplina sui contratti a tempo determinato rallenterà quel processo virtuoso che ha consentito a tanti nostri giovani di entrare nel mondo del lavoro dalla porta principale, godendo di regole e di tutele. ", così Daniele Vaccarino, Presidente della CNA e di Rete Imprese Italia.

Alle sue parole si uniscono quelle di Daniele Parolo, Presidente regionale di CNA Lombardia: "Anche le imprese lombarde esprimono preoccupazione per il rischio di un irrigidimento del mercato del lavoro: ci auguriamo che il Parlamento ci ripensi e modifichi i contenuti del decreto".

OSSERVATORIO PERMANENTE CNA SULLA TASSAZIONE DELLE PMI

COMUNE CHE VAI FISCO CHE TROVI

Presentato il 17 luglio a Roma il Rapporto 2018 dell’Osservatorio permanente sulla tassazione delle piccole e medie imprese.

Giunto alla quinta edizione e presentato nell’auditorium della CNA di Piazza Armellini a Roma, alla presenza del segretario, del presidente e del responsabile del Dipartimento Politiche Fiscali e societarie CNA, Sergio Silvestrini, Daniele Vaccarino e Claudio Carpentieri. All’incontro hanno partecipato Massimo Garavaglia, viceministro dell’Economia e delle Finanze e il sen. Massimo Mallegni (FI).

Il Rapporto esamina la dinamica e le differenze del Total tax rate sulle imprese artigiane, micro, piccole e medie in 137 comuni italiani, inclusi tutti i capoluoghi di regione e di provincia. >>>

Regione Lombardia | 9 luglio 2018

CNA Lombardia incontra l'assessore regionale all'autonomia e alla cultura

Stamattina abbiamo incontrato l’Assessore Regionale all’Autonomia e alla Cultura Stefano Bruno Galli (nella foto con il Segretario regionale CNA Giuseppe Vivace).

Abbiamo fatto il punto della situazione sul tema dell’autonomia secondo lo schema già avviato nel rispetto dell’art. 116 della Costituzione. Abbiamo rinnovato la nostra attenzione al percorso, in particolare a ciò che riguarda lo sviluppo economico e la necessità di un'ulteriore valorizzazione dell’artigianato e delle Piccole Imprese.

Infine, mettendo al centro la sua delega alla cultura, abbiamo affrontato insieme all’Assessore Galli temi riguardanti le piccole imprese del settore audiovisivo dandoci un appuntamento a breve con gli operatori del settore.