Contributi per l’acquisto di nuovi veicoli ad uso commerciale a basso impatto ambientale a favore delle micro, piccole e medie imprese.

Rinnova veicoli


Finalità del bando
Regione Lombardia e il Sistema camerale lombardo intendono incentivare le MPMI a rottamare i veicoli commerciali, benzina fino ad euro 1/I incluso e/o diesel fino ad Euro 4/IV incluso, e ad acquistare, anche nella forma del leasing finanziario, un nuovo veicolo ad uso commerciale e industriale (categoria N1 e N2) a basso impatto ambientale.

Dotazione finanziaria - € 6.000.000,00

Soggetto gestore - Unioncamere Lombardia

Soggetti beneficiari
Le micro, piccole e medie imprese aventi sede operativa in Lombardia che demoliscono un veicolo di proprietà per il trasporto in conto proprio di tipo benzina fino ad euro 1/I incluso e/o diesel fino ad Euro 4/IV incluso e acquistano, anche nella forma del leasing finanziario, un veicolo di categoria N1 o N2 per il trasporto in conto proprio appartenente ad una delle seguenti categorie:

  • elettrico puro,
  • ibrido (benzina/elettrico solo Full Hybrid o Hybrid Plug In),
  • metano esclusivo e GPL esclusivo,
  • metano e GPL bifuel(benzina/metano e benzina/GPL).

Le micro, piccole e medie imprese, inoltre, devono essere in possesso dei seguenti requisiti dal momento della domanda fino a quello di liquidazione del contributo:

  • essere iscritte e attive al Registro Imprese;
  • avere sede operativa in Lombardia;
  • essere in regola con il pagamento del diritto camerale annuale2;
  • non essere escluse dal regime de minimis;
  • non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione anche volontaria, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi situazione equivalente secondo la normativa vigente;
  • avere legali rappresentanti, amministratori, soci e tutti i soggetti indicati per i quali non sussistano cause di divieto, di decadenza, di sospensione

Sono escluse:

  • le imprese operanti nel settore della pesca e dell’acquacoltura e nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli facenti parte della sezione A: AGRICOLTURA, SILVICOLTURA E PESCA della classificazione delle attività economiche ATECO 2007;
  • le imprese di trasporto conto terzi

Regime di aiuto - De minimis
Qualora la concessione de beneficio comporti il superamento del massimale (€ 200.000 nell’arco di 3 esercizi finanziari) lo stesso non potrà essere concesso.

Caratteristiche dell’agevolazione e Regime di Aiuto
L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto proporzionale alla massa/peso del veicolo e limitatamente alla gamma di veicoli N1 ed N2 (gli N3 -sopra le 12t- sono esclusi) secondo la tabella seguente:

Non è prevista la cumulabilità con altri aiuti pubblici concessi per gli stessi costi ammissibili. E’ invece consentito il cumulo con le “misure generali”.

Interventi agevolabili
Investimenti per l’acquisto di veicoli commerciali di categoria N1o N2, utilizzati per il trasporto in conto proprio, appartenenti a una delle seguenti tipologie: elettrico puro, ibrido (benzina/elettrico solo Full Hybrid o Hybrid Plug In), metano esclusivo e GPL esclusivo, metano o GPL bifuel (benzina/metano e benzina/GPL), alle seguenti condizioni:

  • contestuale demolizione di un veicolo commerciale di proprietà (benzina fino a euro 1/I incluso e/o diesel fino ad Euro 4/IV incluso);
  • applicazione da parte del venditore di uno sconto di almeno il 12% sul prezzo di listino del modello base, al netto di eventuali allestimenti opzionali. Il prezzo di listino di riferimento è quello definito alla data del 2 agosto 2018.

E’ ammissibile anche l’acquisto tramite leasing finanziario purché il relativo contratto includa le seguenti condizioni:

  • obbligo delle parti di concretizzare il trasferimento della proprietà del veicolo locato a beneficio del soggetto utilizzatore, mediante il riscatto, alla fine della locazione;
  • il maxi canone di anticipo sia di importo almeno pari all’ammontare del contributo richiesto.

Non è ammissibile l’acquisto tramite noleggio.

Ciascuna impresa, a valere sul presente bando, può chiedere il contributo per non più di due veicoli.

I veicoli acquistati devono essere immatricolati per la prima volta in Italia.

La data di acquisto, rilevabile dalla fattura, e la data di immatricolazione devono essere successive alla data di richiesta di contributo di cui al presente Bando.

Spese ammissibili e soglie minime di ammissibilità
Sono ammesse a contributo le spese al netto dell’IVA
Sono ammissibili solo veicoli nuovi di fabbrica, omologati dal costruttore.
Si precisa che tutte le spese ammissibili devono:

  • essere intestate al soggetto beneficiario;
  • essere comprovate da fatture quietanzate, o documentazione fiscalmente equivalente, emesse dal fornitore dei beni/servizi, riportanti lo sconto almeno del 12% sul prezzo di listino del modello base, al netto di eventuali allestimenti opzionali;
  • essere comprovate da documentazione bancaria o postale, comprensiva di estratto conto, attestante il pagamento per intero del titolo di spesa esclusivamente da parte del soggetto beneficiario;
  • riportare la dicitura “Spesa sostenuta a valere sul Bando “Rinnova Veicoli” specificando gli estremi del presente Bando.

Si precisa che, in caso di investimento in leasing, la dicitura sulle fatture dovrà essere apposta da parte della società di leasing, che resta in possesso delle fatture stesse.

Le fatture non accompagnatorie dovranno essere corredate dal verbale di consegna.

Spese non ammissibili

  • le spese in auto-fatturazione;
  • le spese per l’acquisto di veicoli N1 e N2 usati;
  • le spese per fornitura di beni e servizi da parte di società controllate e/o
  • collegate e/o con assetti proprietari sostanzialmente coincidenti e comunque tutte le spese riguardo alle quali si ravvisi una effettiva elusione del divieto di fatturazione fra imprese appartenenti “all’impresa unica”

Termini e modalità di partecipazione
Le domande di contributo devono essere presentate a partire dal 16 ottobre 2018 fino al 10 ottobre 2019.
In caso di esaurimento dei fondi, il bando verrà chiuso prima di tale data.

La procedura è esclusivamente telematica tramite il sito http://webtelemaco.infocamere.it

Per la domanda di partecipazione, dovrà essere allegata la seguente documentazione:

  • Modello di domanda: La domanda perfezionata con il pagamento dell’imposta di bollo di 16€
  • Preventivo del venditore del veicolo (anche tramite leasing di natura traslativa) da cui si evidenzi in modo preciso la tipologia del veicolo e la relativa alimentazione (nel caso di ibrido specificando se Full Hybrid o Hybrid Plug In) secondo le indicazioni della tabella di cui al punto;
  • Dichiarazione relativa ai contributi De Minimis (impresa singola e imprese collegate) (allegato B) sottoscritto digitalmente dal legale rappresentate dell’impresa beneficiaria;
  • Eventuale incarico per la sottoscrizione digitale e presentazione telematica della domanda di contributo (allegato C)(solo se il firmatario della domanda di contributo non coincide con il legale rappresentante dell’impresa) corredato dal documento d’identità, in corso di validità, del delegante e del delegato. Per questo allegato non è necessario apporre la firma digitale bastano le firme autografe di delegante e delegato;
  • Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà solo per soggetti che non hanno posizione INPS/INAIL (allegato D) sottoscritto digitalmente dal legale rappresentante dell’impresa beneficiaria;
  • Autocertificazione antimafia sottoscritta digitalmente dal legale rappresentante dell’impresa beneficiaria (Allegato E).

Valutazione delle domande e istruttoria
Il contributo è concesso con procedura valutativa “a sportello”

Il termine di conclusione del procedimento di valutazione, per ogni finestra mensile, è di 60 giorni a decorrere dalla chiusura della finestra mensile, come da tabella seguente:

Erogazione del contributo
L’impresa deve necessariamente presentare la rendicontazione con modalità online attraverso il sito http://webtelemaco.infocamere.it entro 120 giorni dalla data di concessione del contributo e comunque non oltre le ore 12:00 del 30 dicembre 2019.

Verificata la correttezza della documentazione presentata e sulla base delle spese effettivamente sostenute, il contributo viene erogato entro 60 giorni dalla presentazione della domanda di rendicontazione delle spese sostenute.

Per effettuare la rendicontazione è necessario allegare:

  • a) modulo di rendicontazione ed erogazione del contributo contenente l’attestazione sulla validità dei costi sostenuti e le dichiarazioni inerente l’impegno a riscattare il veicolo oggetto del contratto di locazione finanziaria;
  • b) certificato di demolizione del veicolo commerciale, benzina fino ad euro 1/I incluso e/o diesel fino ad Euro 4/IV incluso, di proprietà del soggetto beneficiario del contributo;
  • c) copia della carta di circolazione del nuovo veicolo commerciale N1/N2 a basso impatto ambientale ed eventuale altra documentazione da cui si evinca la massa/peso del veicolo e la tipologia di alimentazione (Elettrico puro, Ibrido-Full Hybrid o Hybrid Plug In, Metano -Mono e Bifuel, GPL -Mono e Bifuel)
  • d) copia della fattura di acquisto del nuovo veicolo N1/N2 oggetto del contributo; dalla descrizione delle fatture dovrà essere chiaramente identificata la tipologia del veicolo N1/N2 acquistato e la relativa alimentazione (nel caso di ibrido specificando se Full Hybrid o Hybrid Plug In); nonché lo sconto almeno del 12% applicato dal venditore sul prezzo di listino del modello base, al netto di eventuali allestimenti opzionali;
  • e) (per i soli acquisti tramite leasing): copia del contratto, verbale di consegna e collaudo e fattura relativa al maxi canone anticipato;
  • f) quietanza (contabile bancaria eseguita ed estratto conto) delle fatture, o dei documenti fiscalmente equivalenti nei casi di leasing finanziario, da cui risulti chiaramente:
    - l’oggetto della fornitura;
    - l’importo;
    - le modalità e la data di pagamento.

Sono ammessi esclusivamente i pagamenti per mezzo di bonifico bancario o postale, o con altri strumenti che ne garantiscano la piena tracciabilità, effettuati dal beneficiario ai fornitori (o al locatore nel caso di veicolo acquistato in leasing)

Non sono ammessi, pena la non ammissibilità totale della spesa e la conseguente decadenza del contributo:

  • i pagamenti, anche parziali, effettuati in contanti e/o tramite compensazione di qualsiasi genere tra il beneficiario ed il fornitore (ad esempio permuta con altri beni mobili, lavori, forniture, servizi, ecc.) ovvero tramite paypal;
  • qualsiasi forma di autofatturazione;
  • gli ordini di pagamento non eseguiti;
  • le spese sostenute prima della data di presentazione della domanda di
  • contributo;
  • gli acquisti, comprovati da relativa fattura, che non evidenzino lo sconto di almeno il 12% sul prezzo di listino del modello base, al netto di eventuali allestimenti opzionali, applicato dal venditore.

Se sei interessato, contattaci: sviluppoòcnalombardia.it  - Tel. 0236512030

scheda di sintesi


I VANTAGGI CNA 

Grazie alla convenzione "GREEN vehicles", gli associati CNA possono richiedere i contributi per sostituire mezzi che non possono più circolare con veicoli elettrici - bimodali ed ibridi - con uno sconto ulteriore del 10%.

Per attivare la convenzione, è necessario raggiungere il numero minimo di 5 richieste.

Invia la tua manifestazione d'interesse! Manda un'email a   e scrivi come oggetto: GREEN VEHICLES: Manifestazione d'interesse per l'acquisto di veicoli elettrici

scarica la brochure della convenzione "Green vehicles"