Molti pensano che esportare sia un’attività riservata ai pochi fortunati che hanno una grande azienda, con persone all’interno dedicate esclusivamente a quel compito. Altri pensano che per esportare sia necessario solo dimostrare che il proprio prodotto o la propria capacità di lavorazione è di elevata qualità e affidabilità.
Di mercati esteri di parla tanto, forse troppo, per questo ormai c’è una grande confusione e spesso molte aziende, nell’indecisione sul da farsi, non decidono e non fanno.
Oggi esportare non è più un obiettivo del futuro: le nostre aziende esportano perché il prodotto si vende solo dove esiste una domanda che sta crescendo, e la domanda spesso non è più nel nostro mercato nazionale.
Esportare non è più solo un obiettivo di sviluppo del fatturato: le nostre aziende esportano il più possibile perché sul mercato nazionale le condizioni medie di pagamento sono sempre più insostenibili, mentre il cliente estero non ha neanche la possibilità di proporre simili condizioni ad un fornitore.
E allora, cosa fare?
Secondo noi la prima cosa è non rinunciare a ragionare sulle possibili soluzioni per esportare, ma per farlo occorre avere le idee chiare su come si valuta l’opportunità di vendere su un mercato estero, e quali sono le modalità corrette per evitare di inseguire obiettivi impossibili, sprecando tempo e soldi.
Per questo motivo CNA Lombardia ha deciso di inaugurare un nuovo servizio dedicato all’internazionalizzazione, che prevede i seguenti "pacchetti":

  • serate di formazione
  • check up aziendali
  • ricerca/offerta partner/distributori/agenti/di tecnologia sul database EEN europeo
  • percorsi assistiti di internazionalizzazione

Abbiamo anche una pagina Facebook dove si possono trovare ultime notizie sul mondo dell'internazionalizzazione e dell'export, eventi, oportunità e tanto altro ancora.