Jobs Act Professionisti

Berloffa (CNA Professioni): “Siamo soddisfatti del Ddl presentato dal Governo. Ora vigileremo sul suo percorso per evitare che rimanga una mera dichiarazione d’intenti”

“Siamo soddisfatti per il contenuto del Disegno di legge presentato dal Governo per i professionisti non iscritti agli ordini. Mette nero su bianco, per la prima volta, diritti e tutele di lavoratori che ne sono privi e recepisce buona parte del nostro decalogo, presentato alla Camera il 9 aprile dell’anno scorso con l’Osservatorio nazionale permanente sulle professioni non ordinistiche. Questo Ddl è il segno, positivo, di una rinnovata volontà della politica a fornire risposte concrete alle esigenze più sentite da tanti professionisti e può rappresentare davvero l’inizio di una nuova stagione”. 

Lo ha dichiarato il presidente di CNA Professioni, Giorgio Berloffa, al termine dell’audizione di Rete Imprese Italia di fronte ai componenti della commissione Lavoro del Senato sui Ddl 2233 e 2229 in materia di lavoro autonomo.

“L’articolato persegue infatti – ha aggiunto – un obiettivo generale del tutto condivisibile che auspichiamo da tempo: riconoscere pienamente le esigenze di natura fiscale, previdenziale e di welfare di una importante realtà produttiva nazionale, che contribuisce, e ancor più può contribuire, in maniera decisiva alla modernizzazione dell’Italia e alla crescita del Pil. CNA Professioni continuerà a seguire con estrema attenzione gli sviluppi e il percorso del Ddl per evitare che possa rimanere, su alcuni aspetti cruciali, una mera dichiarazioni d’intenti”.

L’audizione di oggi era incentrata anche su un altro tema caro ai professionisti e non solo: lo smart working, il cosiddetto lavoro agile. “Sulla carta – ha sottolineato Berloffa – il lavoro agile ha molte potenzialità, ma non sarà di facile attuazione nelle imprese che svolgono attività di servizio al cliente, nonché nell’artigianato, che producono e vendono i loro beni e servizi al dettaglio, dove la presenza fisica del lavoratore è funzionale alla prestazione di lavoro”.

Roma, 16 marzo 2016

Nuove modalità di svolgimento del lavoro subordinato

LAVORO AGILE: PUO’ ESSERE DAVVERO UNA OPPORTUNITA’ ?

di Laura Specchio
(Consulente del Lavoro – Vice Presidente Consulta delle Professioni di Regione Lombardia Ordini, Collegi, Associazioni professionali)


A metà febbraio il Comune di Milano ha promosso le giornate del “lavoro agile”, insieme con ABI, AIDP, Anci Lombardia, Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza, CGIL Milano, CISL Milano Metropoli, UIL Milano e Lombardia, SDA Bocconi School of Management, Unione Confcommercio Milano Lodi Monza e Brianza, Valore D.

Ma che cos’è il “lavoro agile”? Può davvero rappresentare un’opportunità per aziende e lavoratori? >>>

Evento Afip CNA Professioni alla Triennale di Milano

"ciao mario" | Commemorazione per il grande fotoreporter Mario Dondero

Evento straordinario sabato scorso alla Triennale di Milano. Più di 500 persone hanno partecipato alla commemorazione di Mario Dondero. Una manifestazione organizzata da Afip CNA Professioni in ricordo del grande fotoreporter recentemente scomparso.

Giovanni Gastel, presidente Afip ha salutato i presenti e tracciato un ammirato profilo di Mario quale eccellente maestro e punto di riferimento etico e morale di tutti coloro che ambiscono alla professione di fotoreporter.

Quindi sono intervenuti Uliano Lucas, Francesco Cito, Giovanna Calvenzi, Paola Mattioli, Antonio Ria, Corrado Stajano, Maddalena Fossati Dondero, Gianni Berengo Gardin, Vinicio Capossela e molti altri. In video anche Toni Servillo che ha conosciuto Mario di persona e potuto apprezzarne la sua personalità, il coraggio e lo spessore professionale.

La manifestazione è stata condotta dal giornalista Alberto Saibene. Presenti in sala, tra i molti giovani e meno giovani fotografi professionisti, Alfredo Pratelli, Marirosa Toscani Ballo, Giac Casale e tanti altri colleghi. AM

LECTIO MAGISTRALIS DI FOTOGRAFIA E DINTORNI

Diventare Qualsiasi Cosa

Tea Falco in dialogo
con Giovanni Gastel

GIOVEDÍ 28 GENNAIO, ORE 19.00
TRIENNALE DI MILANO

Davanti alla macchina da presa e dietro l’obbiettivo di quella fotografica: Tea Falco, tra le giovani interpreti più interessanti del cinema italiano, racconta la propria duplice attività di fotografa e attrice alla Triennale di Milano, giovedì 28 gennaio alle ore 19. L’incontro, che vede l’artista in dialogo con Giovanni Gastel, è parte del calendario delle Lectio Magistralis promosse da AFIP International – l’Associazione Fotografi Professionisti affiliata CNA.

I piani della recitazione e della fotografia si ibridano e si completano, infatti, negli scatti in bianco e nero di Tea Falco, spesso soggetto di se stessa. I frequenti autoritratti alludono ad una profonda ricerca sulla presenza scenica del corpo, su una fisicità a tratti timida e dolente, altri invece ironica; con risultati formali che nei lavori più recenti alludono alla fotografia surrealista e alle composizioni Dada, con onirici e misteriosi collage. >>>