RESTAURATORI | BANDO DI QUALIFICA

CI SIAMO

Sul sito web del Ministero dei beni e delle attività culturali all'indirizzo

www.beniculturali.it/qualificherestauratori

sono pubblicate le modalità di accesso per la consultazione della posizione di ogni singolo restauratore. La Direzione Generale Educazione e Ricerca comunica che i singoli candidati potranno verificare esclusivamente la propria posizione a partire dal 22 ottobre 2018 all’indirizzo: https://ibox.beniculturali.it

Appena appresa la notizia il portavoce nazionale di CNA Restauratori Giacomo Casaril ha affermato: " Siamo ovviamente molto soddisfatti. Attendiamo naturalmente di poter conoscere e valutare in concreto le risultanze del procedimento per la molteplicità delle casistiche esistenti. Auspichiamo che questo sia effettivamente il punto di inizio di una nuova considerazione da parte delle istituzioni preposte alla tutela del patrimonio artistico nazionale, sul valore e sul ruolo dei restauratori italiani."

RESTAURATORI | BANDO DI QUALIFICA

PROCEDURE ACCERTATIVE

In Seguito alle indicazioni pervenute dal MIBAC, la Commissione ha completato l’esame delle oltre 6.000 domande di qualifica, ed ha predisposto gli atti per l’espletamento delle procedure previste per le diverse tipologie: dei candidati ritenuti idonei dei candidati le cui domande sono state ritenute inammissibili (posizioni archiviate) dei candidati per i quali è stata valutata la necessità di comunicare preavvisi di rigetto.

Conseguentemente a ciò il MIBAC ha proceduto all’adeguamento della piattaforma informatica, per consentire ai restauratori di verificare l’esito della proprio domanda, attraverso le credenziali utilizzate in fase di presentazione della domanda, anche a tutela della privacy del restauratore.

Il completamento dei dati dovrebbe  completarsi nei primi giorni di questo mese di ottobre. Invitiamo i restauratori a verificare da subito la propria posizione. >>>

Restauratori

bando di qualifica

In questi giorni si sono rincorse le voci più disparate circa la situazione dei restauratori che hanno partecipato al Bando di qualifica. Per dare un quadro chiaro della situazione abbiamo inviato una richiesta di precisazione al Segretario Generale del MIBAC, a cui è seguita una risposta che rimettiamo in calce, per opportuna conoscenza.

Resta inteso per la CNA l’obiettivo di incontrare il Ministro Bonisoli che più volte ha speso parole di elogio verso i restauratori, che abbiamo apprezzato, perché confermano che alla tutela del patrimonio artistico fra i più prestigiosi al mondo, hanno contribuito e contribuiscono anche coloro che da oltre 20 anni, chiedono il riconoscimento dei propri requisiti professionali.

Risposta MIBAC

Orafi | "Compro oro"

nuovo registro e nuovi obblighi

Dal 3 settembre 2018 è entrato in funzione il registro degli operatori “compro oro” previsto dal D.lgs. 92/2017, cui necessariamente dovranno iscriversi tutti coloro che intendano svolgere attività di commercio di preziosi usati.

Quindi malgrado come CNA abbiamo presentato un testo di modifica delle disposizioni all’interno del Decreto Semplificazioni, con l’obiettivo di esimere dagli obblighi previsti gli Orafi, e che speriamo venga approvato, ad oggi corre l’obbligo informare sul rispetto delle prescrizioni contenute nel decreto legislativo 92/2017.

La nuova normativa si applica a tutti quelli che effettuano attività di compro oro, sia all’ingrosso che al dettaglio o come permuta, e ciò a prescindere dalla dimensione dell’esercizio commerciale, dalla sua denominazione ed anche se sia svolta solo in maniera occasionale od accessoria ad altra attività o se gli oggetti siano realizzati solo in parte con metalli preziosi.  >>>