Milano | 10 luglio 2018

B.I.M.

Presso il sistema di CNA Lombardia si è svolto il seminario sul B.I.M. (Building Information Modelling): la nuova metodologia di progettazione, realizzazione e gestione e manutenzione che sta rivoluzionando il settore delle costruzioni.

L'evento prosegue il percorso iniziato lo scorso aprile con il workshop durante il Il Fuorisalone di CNA "[Re]design: il nuovo approccio alla progettazione con il BIM" e continuerà con altre iniziative e percorsi informativi.

Ringraziamo Anna Moreno, presidente di IBIMI (Istituto per il BIM in Italia), i relatori Maria Grazia Marchi, Giorgio Schiavini e tutti i partecipanti.

 

Perché le imprese artigiane edili devono interessarsi al BIM

Autori: Anna Moreno – Presidente IBIMI, Liliana Bonfiglio – delegata alla Formazione IBIMI

Il settore delle costruzioni sta attraversando un importante momento di transizione, una vera e propria “rivoluzione”, resa possibile in questo particolare momento storico grazie all’evoluzione del modo digitale, le cui applicazioni interessano tutti i settori della nostra quotidianità e dell’economia.

Il BIM, che sta per Building Information Modelling, va inteso come una nuova metodologia di progettazione, realizzazione, gestione e manutenzione di un’opera edile, in cui tutte le figure coinvolte nel processo, hanno accesso a informazioni digitali ben strutturate, lungo tutto il ciclo di vita.

Proveremo a spiegare in questo articolo i principali motivi, per cui chi opera nel settore edile, incluse le piccole e medie imprese, non può ignorare questo argomento, rimandando per approfondimenti, a materiale informativo disponibile sul sito dell’IBIMI, l’Istituto per il BIM in Italia (www.ibimi.it) .  >>>

PONTEGGI

EMANATE LE ISTRUZIONI PER IL RINNOVO DELLE AUTORIZZAZIONI

Informiamo che è stata pubblicata la Circolare n. 10 del 28 maggio 2018 recante le istruzioni per il rinnovo delle autorizzazioni alla costruzione e all’impiego di ponteggi, ai sensi dell’art. 131, comma 5, del Decreto legislativo 9 aprile 2018, n. 81 e successive modificazioni.

I titolari di autorizzazioni ministeriali dovranno trasmettere al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali apposite istanze di rinnovo delle autorizzazioni in corso, corredando tale richiesta da:

  • una copia delle autorizzazioni a suo tempo rilasciate dall'Amministrazione
  • una dichiarazione resa dal legale rappresentante, ai sensi del d.p.r. 445/2000, circa il mantenimento dei requisiti di sicurezza del ponteggio
  • una dichiarazione, anch’essa resa ai sensi del d.p.r. 445/2000, da cui risulti che la produzione del ponteggio è tuttora in corso.

EDILIZIA

FOCUS TEMATICI

notizie dal nazionale | 18 maggio 2018

 Dal 1° luglio obbligo di fatture elettroniche tra impresa principale e subappaltori: esclusi i subfornitori più a valle ...  Ecobonus esteso anche agli edifici collabenti (edifici rurali)  ... Avvalimento: niente esclusione se l'impresa ausiliaria perde il Durc ... Edilizia privata. Lavori su immobili storico-artistici solo con permessi ... Offerta economicamente più vantaggiosa, pubblicate le Linee guida ANAC n. 2 aggiornate. L'Autorità nazionale anticorruzione ha acquisito il parere del Consiglio di Stato ... Nelle gare pubbliche debutta il contratto multilaterale volontario made in England: cos'è e a cosa serve. Nel Comune di Liscate si sperimenta per la prima volta il Framework di accordo collaborativo nato a Londra e introdotto in Italia dalla Statale di Milano ... >>>