ANCORAGGIO CARICHI

entrata in vigore nuova normativa

Dal 20 maggio prossimo saranno effettuati su strada una serie di controlli in materia di sicurezza stradale con riguardo alle norme e ai principi sulla fissazione del carico per scongiurare che questo subisca anche minimi cambiamenti di posizione durante tutte le fasi di operatività del veicolo. In caso di carenze gravi o pericolose è anche previsto che il veicolo non possa essere rimesso in circolazione. >>>

Marialisa Boschetti Presidente CNA Pavia

Una tassa occulta per chi non può viaggiare sui ponti

«Il rincaro ai pedaggi appena arrivato è una tassa nemmeno troppo occulta: un prelievo forzoso applicato a chi non può fare a meno di usare l’autostrada perché non ha alternative». È durissima Maria Lisa Boschetti, presidente della Confederazione artigiani di Pavia che rappresenta centinaia di autotrasportatori che lavorano in proprio e che, da ieri, si trovano a fare i conti con spese di esercizio aumentate in media del 10 per cento.

Di seguito l'articolo pubblicato sulla Provincia Pavese del 3 gennaio con la presa di posizione del Presidente della CNA di Pavia sui recenti rincari autostradali. >>>

DIVIETI DI CIRCOLAZIONE 2018

CALENDARIO delle limitazioni alla circolazione stradale fuori dai centri abitati per i veicoli di massa superiore a 7,5 tonnellate >>>

Aumento tariffe autostradali

IL GOVERNO REVOCHI GLI AUMENTI DELLE TARIFFE

" La rete è inadeguata. E nel meccanismo di aggiornamento vanno coinvolte le associazioni degli autotrasportatori professionali”

“Chiediamo al Governo di revocare immediatamente gli aumenti delle tariffe autostradali riconosciuti ai concessionari come ogni inizio d’ anno”. Lo dichiara il presidente nazionale della CNA Fita, Patrizio Ricci.

“Il mondo dell’autotrasporto sembra avere una sola certezza – prosegue – il primo gennaio, inesorabilmente, arrivano gli incrementi dei pedaggi a fronte di miglioramenti della qualità del servizio solo presunti. Non sono riscontrati dagli utenti, infatti, e in particolare dalle associazioni degli autotrasportatori professionali, cui non è riconosciuta voce in capitolo, autentici figli di un dio minore che devono solo pagare e tacere. Eppure, nei costi di un’azienda di autotrasporto di merci per conto terzi, i pedaggi autostradali, con un impatto di circa il 10 per cento, rappresentano la terza voce di costo dopo personale e carburante. Un vettore che esegue trasporti di linea nazionali effettua oltre il 70 per cento della sua percorrenza annua su autostrade a pedaggio”. >>>