produzione 

CNA PRODUZIONE rappresenta e tutela - nel territorio della Lombardia - circa 3500 imprese artigiane e piccole e medie industrie appartenenti ai settori manifatturieri: metalmeccanica di produzione in conto proprio e in contoterzi; legno e arredamento; nautica da diporto; chimica-gomma-plastica.

    

L'Unione svolge attività di rappresentanza e di lobby volta a tutelare e a creare nuove opportunità economiche per le imprese intervenendo presso le istituzioni pubbliche sia italiane che straniere avvalendosi della rete di strutture e competenze del Sistema CNA e di collaborazioni esterne al sistema. Interviene su delega della Confederazione regionale nel campo delle relazioni sindacali sottoscrivendo i contratti collettivi Integrativi di secondo livello.

In ottemperanza alla propria missione l'Unione è promotrice - attraverso CNA Lombardia - di proposte o progetti di legge finalizzati alla tutela e qualificazione delle imprese appartenenti ai settori rappresentati negli ambiti legislativi regionali (La Regione Lombardia è referente principale alla luce del decentramento di competenze dal livello statale di materie contingenti e di grande importanza per le imprese) nel campo della formazione, della politica energetica e dello sviluppo infrastrutturale.

Gli scopi principali di CNA Produzione Lombardia sono:

  • Sviluppare iniziative di promozione economica (con partecipazioni collettive a fiere di settore, progetti di diffusione della presenza sul mercato delle imprese associate) avendo come interlocutori soggetti istituzionali ed economici come la Regione, il sistema delle Camere di Commercio e delle loro aziende speciali, i soggetti gestori o promotori di Fiere nazionali ed internazionali).
  • Realizzare, in questo ambito, progetti di internazionalizzazione rivolti a potenziali committenti esteri e di consolidamento di relazioni e collaborazioni con altre organizzazioni imprenditoriali di settore.
  • Agevolare i processi di innovazione tecnologica e organizzativa all'interno delle imprese artigiane e PMI facilitando il contatto con i più qualificati centri per il trasferimento tecnologico e il mondo universitario più in generale anche promuovendo progetti mirati.
  • Favorire la diffusione delle informazioni e delle conoscenze riguardo alla normativa tecnica di settore, allo sviluppo delle competenze imprenditoriali ed al ricambio generazionale nella conduzione delle imprese.
  • Agevolare i processi di alleanza e integrazione con la creazione di reti tra le imprese a livello territoriale, di filiera produttiva, di comparto omogeneo, con particolare attenzione ai rapporti di partnership tra committenti e fornitori.

benatiGli organi dirigenti

Presidente regionale: Enrico Benati
Presidenza: Franco Duro, Arnaldo Racchetti, Mario Gualco, Lorenzo Monfardini, Silvano Capelli, Alberto Crippa, Pierluigi Calatroni, Gabriella Baiguera. Invitato permanente: Mario Sturla
Coordinatore: Paolo Panciroli
Per informazioni