Quando e come fare denuncia DNL, apprendistato, legge di stabilità

Quando e come fare denuncia DNL, apprendistato, legge di stabilità

Quando e come fare la denuncia DNL all’INAIL per i lavori temporanei

Per i lavori a carattere temporaneo è previsto che si debba effettuare una apposita comunicazione all’INAIL, chiamata DNL – Denuncia Nuovo Lavoro temporaneo, esclusivamente tramite l’apposito servizio telematico. La DNL deve essere presentata dal datore di lavoro che esegue i lavori.

Nel caso di appalti o sub appalti, la denuncia non può essere presentata dal committente o dal sub appaltante, ma solo ed esclusivamente da chi di fatto esegue i lavori. In presenza di lavorazioni che fanno capo a più soggetti, la DNL deve essere presentata da ogni singolo datore di lavoro.

I lavori a carattere temporaneo sono caratterizzati dal fatto che se ne conosce la data della fine, indipendentemente dalla durata. Uno dei casi tipici è dato dalla realizzazione delle grandi opere che possono avere una durata anche decennale.

Per tutte queste particolari sedi di lavoro, l’art. 12 del D.M. 12.12.2000 prevede che si debba effettuare una specifica comunicazione all’INAIL, denominata DNL – Denuncia Nuovo Lavoro temporaneo, esclusivamente tramite l’apposito servizio telematico. La DNL deve essere presentata quando:

  • Esiste la certezza della fine dei lavori indipendentemente dalla durata. Non è indispensabile conoscere a priori la data certa poiché quella indicata nel modello può essere prorogata tramite una nuova comunicazione.
  • Le lavorazioni esercitate sono già assicurate con la PAT accentrante. In sostanza non può essere effettuata la denuncia di nuovo lavoro per le lavorazioni sconosciute all’INAIL.

Apprendistato: aumentano le assunzioni e gli interpelli al Ministero del Lavoro

Recenti interventi delle parti sociali hanno interessato il contratto di apprendistato verso il quale, nel primo semestre del 2016, sembra che vi sia stato un ritorno di interesse. Secondo i dati forniti dall’INPS, le assunzioni con contratto di apprendistato sono state 113.000 e hanno fatto registrare un significativo incremento sul 2015 (+ 14,4%).

Con due interpelli in risposta ai quesiti posti, in ordine, dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro e dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Commercialisti e degli Esperti contabili, il ministero del Lavoro si è di nuovo occupato del contratto di apprendistato, fornendo alcuni chiarimenti in materia di compatibilità con il contratto di solidarietà difensivo e in materia di base retributiva imponibile.

Legge di Stabilità 2017: misure al vaglio per previdenza e lavoro

Nelle prossime settimane riprenderà il confronto tra Governo e Sindacati sulle politiche attive del lavoro e sulla previdenza. L’obiettivo è quello di individuare gli interventi prioritari da inserire nella legge di Stabilità 2017, compatibilmente con i vincoli di bilancio.

Pare emergere forte la predisposizione del Governo a favorire ulteriormente la contrattazione di secondo livello e la riduzione del costo del lavoro; in ambito previdenziale, invece, il Ministro Poletti ha ricordato che ruolo centrale avrà l’Anticipo Pensionistico, la cosiddetta APE, per fornire una risposta alla flessibilità pensionistica in uscita. Ulteriori linee di intervento sono legate alle pensioni minime e alle ricongiunzioni onerose.

quando-e-come-fare-denuncia-dnl-apprendistato-legge-di-stabilit