Provvidenze ELBA 2024: Novità e coperture: come chiedere i contributi

Previdenze Elba 2022-2023

Provvidenze ELBA 2024: Novità e coperture: come chiedere i contributi

Elba, l’Ente bilaterale lombardo dell’artigianato, ha dato attuazione a quanto deciso dall’accordo firmato dalle  parti sociali lombarde  Cna – Confartigianato -Claai – Casa Artigiani e CGIL-CISL -UIL che individua le provvidenze 2024.

Più di 7.500.000 euro, per l’anno 2024, sono le risorse che la Bilateralità Lombarda mette a disposizione dei lavoratori e delle aziende iscritte ad ELBA come contributi a fondo perduto. Molteplici sono le opportunità e le novità relative alle provvidenze per le imprese e i lavoratori.

In particolare per quanto riguarda le provvidenze dedicate alle imprese, le parti sociali datoriali lombarde hanno voluto altresì confermare gli interventi a favore dell’Imprenditoria Femminile con due provvidenze specifiche (IFM – Maternità e IFO Incremento occupazione)  e le  tre nuove  provvidenze che in parte rivolgono particolare attenzione alla promozione dell’alternanza scuola – lavoro, nonché alle imprese che investono in autoproduzione energetica e in innovazioni tecnologiche:

  • Il contributo IFP  con l’obiettivo di promuovere e supportare stage/tirocini  curriculari nell’ambito di percorsi IEFP (corsi professionali regionali) attivati dalle aziende artigiane con enti/scuole accreditate dalla regione Lombardia.
  • Il contributo AEA ( autoproduzione energia) dedicato alle imprese che hanno realizzato o realizzeranno investimenti finalizzati all’autoproduzione di energia ( es. impianti pannelli solari, fotovoltaico, eolico ) nell’ambito dell’attività svolta. Per le imprese giovanile il contributo standard previsto si raddoppia.
    Entro e non oltre il 30 aprile 2024 è possibile richiedere con la modulistica 2023 il contributo per interventi effettuati nel 2023.
  • Il contributo INT ( Innovazione tecnologica) rivolto alle imprese che hanno effettuato o  effettuano investimenti tecnologici nel corso del 2024 . Gli interventi dovranno essere finalizzati a sviluppare la capacità di realizzazione di progetti mirati all’introduzione di nuovi modelli di business 4.0 e modelli green oriented e promuovere l’utilizzo di servizi e soluzioni focalizzate sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia definita nel Piano Transizione 4.0. Per le imprese giovanile il contributo standard previsto si raddoppia. Nella scheda operativa è possibile visionare gli interventi di innovazione digitale ammessi al contributo. Entro e non oltre il 30 aprile 2024 è possibile richiedere con la modulistica 2023 il contributo per interventi effettuati nel 2023.