L’Europa che vogliamo: le proposte della CNA per un’Europa in un mondo che cambia

CNA Lombardia inontra alcuni candidati ale europee

L’Europa che vogliamo: le proposte della CNA per un’Europa in un mondo che cambia

A meno di una settimana dal voto con cui si eleggeranno i prossimi deputati al Parlamento europeo, CNA Lombardia incontra alcuni candidati alle Elezioni Europee all’appuntamento “l’Europa che vogliamo in un mondo che cambia”

Milano, 20 maggio 2019. Presso la sede regionale di Via Marco D’Aviano 2 si è tenuto “l’Europa che vogliamo in un mondo che cambia”: un incontro con alcuni candidati alle prossime Elezioni Europee, che si terranno domenica 26 maggio 2019.

Lo scopo dell’iniziativa è mettere a fuoco alcune primarie esigenze del mondo delle piccole imprese e dell’artigianato”,

dichiara il l Segretario Generale di CNA Lombardia Stefano Binda, che ha aperto l’incontro enunciando le proposte contenute nel “Manifesto per l’Europa” di CNA ai candidati del Parlamento europeo, che pone l’attenzione su temi quali l’armonizzazione fiscale e la standardizzazione di norme prodotti e servizi; sostenibilità e ricerca; il rilancio e la semplificazione del sistema di incentivi e strumenti finanziari per le PMI; e l’attuazione dello Small Business Act. Le proposte sono state discusse dai candidati presenti all’iniziativa: Mauro Parolini di Forza Italia, Mariangela Danzì dei 5 Stelle, Irene Tinagli e Pierfrancesco Majorino del PD, Angelo Ciocca della Lega e Luisa Trumellini del Movimento Federalista Europeo; moderati dal Presidente di CNA Lombardia Daniele Parolo.

proposte CNA nel manifesto Europa

Ma lo scopo è anche quello di saldare in modo coeso la filiera delle relazioni istituzionali per una efficace rappresentanza di interessi di CNA da Bruxelles ai territori”, continua Binda.

Anche per questa ragione, l’incontro ha visto la partecipazione di Elisa Vitella, funzionaria responsabile CNA Bruxelles, che ha rinnovato il suo impegno a rappresentare gli interessi delle piccole e medie imprese ai tavoli delle Istituzioni europee e ha concluso l’incontro con un auspicio:

Trovo molto importante che sia stato fatto il focus sul lavoro comune che i rappresentanti dell’Italia debbano fare in Europa, a prescindere dal proprio partito, e mi auguro che questa apertura al confronto riscontrata oggi valga anche dopo il 26 maggio.

 

Leggi anche

  • https://www.cnalombardia.it/comunicazioni/movimento-federalista-europeo-trumellini/
l-europa-che-vogliamo-le-proposte-della-cna-per-un-europa-in-un-mondo-che-cambia