legge macron

Autotrasportatori in Francia: nuove regole e norme

Dal 1° luglio sono entrate in vigore in Francia le nuove regole previste dalla “legge Macron” adattate al settore dei trasporti terrestri (merci e persone), per combattere il dumping sociale dei conducenti di imprese di autotrasporto estere (soprattutto dell’est Europa)

Le norme interessano anche le imprese italiane che distaccano del personale per effettuare trasporti internazionali da e per la Francia, oppure trasporti di cabotaggio.
Le imprese devono ora adempiere a diversi obblighi:

  • compilare l’attestazione di distacco per ciascun conducente utilizzato in Francia, in due esemplari. Una copia deve trovarsi sul mezzo per essere mostrata in occasione dei controlli su strada, mentre l’altra deve essere conservata tramite il rappresentante designato dall’impresa distaccante
  • retribuire il conducente in misura non inferiore al salario minimo francese previsto per questi professionisti. A tal fine, il dato della retribuzione oraria lorda figura tra le informazioni da riportare nell’allegato all’attestazione di distacco
  • nominare un rappresentante in territorio francese.

La Commissione Ue ha deciso però di aprire una procedura di infrazione nei confronti della Francia poiché le nuove regole creerebbero barriere amministrative sproporzionate che impediscono il buon funzionamento del mercato interno.

ISTRUZIONI E INFORMAZIONI TECNICHE SULLA NUOVA DISPOSIZIONE

Con la legge Macron le imprese estere, per non incorrere in sanzioni, sono tenute a remunerare il proprio autista sulla base del salario minimo francese . Tuttavia, il dipendente conserva la sua remunerazione contrattuale se questa è più elevata del salario minimo o del salario convenzionale francese.

CAMPO DI APPLICAZIONE

Alla normativa si devono adeguare tutte le imprese estere di trasporto merci, a prescindere dalla massa complessiva del veicolo utilizzato, che effettuano trasporti internazionali in arrivo o in partenza dalla Francia, o che effettuano operazioni  in regime di cabotaggio in territorio francese, riconoscendo quindi, se di miglior favore per l’autista, la retribuzione minima prevista in Francia.
Il semplice transito sul territorio francese, che non dà luogo a carico o scarico di merci o imbarco o sbarco di passeggeri, non rientra invece nel campo di applicazione della legge.
Non rientrano nel campo di applicazione della nuova normativa francese e non sono pertanto soggetti ai
conseguenti adempimenti i lavoratori indipendenti (cioè i lavoratori autonomi titolari di impresa ed
altro che guidano personalmente il mezzo).
Ai dipendenti che operano nel settore del trasporto passeggeri si applicano le stesse regole in materia del trasporto merci in quanto le ” disposizioni specifiche previste dal codice dei trasporti sono indipendenti dalla natura dell’attività – trasporto di merci o passeggeri .

 

ADEMPIMENTI PREVISTI DALLA LEGGE MACRON

Designazione di un rappresentante in Francia

Il suo ruolo dovrà essere quello di fungere da collegamento con i servizi di controllo francesi. Può essere una persona fisica o giuridica, interna all’azienda o esterna, a discrezione del datore di lavoro. Questa figura dovrà rispondere gli addetti al controllo francesi per chiedere chiarimenti sull’operazione di distacco, per tutta la sua durata e per un periodo di 18 mesi dalla data di fine del periodo di distacco del dipendente (dall’ultima operazione di cabotaggio).
Attestazione di distacco
Va redatto un attestato di distacco per ciascun dipendente distaccato prima dell’inizio della prima operazione che prevede il distacco del personale (prima di effettuare operazioni di cabotaggio). Questo documento va compilato in duplice copia e inviato, in formato elettronico, agli appositi uffici del Ministero del lavoro. Altre caratteristiche dell’attestato di distacco:

  • validità = 6 mesi. In questo arco temporale, l’attestato sarà valido, come indicato dall’azienda, per tutte le operazioni di trasporto che rientrano nel campo di applicazione del distacco, non ci sarà quindi la necessità di dover redigere, ogni volta, un’attestazione nuova
  • contenuto = in lingua francese
  • le generalità del distaccante
  • la paga oraria lorda del lavoratore
  • l’indicazione degli organismi di previdenza ai quali vengono versati i contributi
  • le generalità del rappresentate in Francia dell’impresa distaccante
  • le imprese di autotrasporto devono indicare il proprio numero di iscrizione al REN
  • le generalità dell’impresa utilizzatrice
  • la data di inizio e quella (prevista) di fine distacco

Documenti da tenere a bordo del veicolo 

Una copia dell’attestazione di distacco, mentre l’altra copia dovrà trovarsi, a seconda dei casi, presso il rappresentante dell’impresa distaccante o presso l’impresa utilizzatrice del lavoratore . Sul veicolo devono inoltre essere presenti i seguenti ulteriori documenti (da esibire in caso di controllo):

  • il contratto di lavoro (che non è obbligatorio tradurre in lingua francese). Sembrerebbe possibile indicare sul modulo l’indirizzo del sito dal quale le autorità francesi possano reperirlo
  • nei distacchi infragruppo o tra stabilimenti della stessa impresa, una copia tradotta in francese dell’accordo di messa a disposizione del lavoratore

 

Sanzioni 

L’ assenza sul mezzo dell’attestazione di distacco, oppure la compilazione di un’attestazione non conforme alle prescrizioni previste, comporta per il rappresentante legale dell’impresa l’applicazione di un’ammenda fino ad un massimo di 750 euro; si applicano sino ad un massimo di 450 euro se sul veicolo manca l’ulteriore documentazione sopra indicata.

 

Invio dei moduli di distacco

Da inviare all’unità dipartimentale del luogo ove sarà effettuata la prestazione o del primo luogo di attività (se la prestazione prosegue in altri luoghi) prima che venga effettuata la prestazione, a mezzo raccomandata o fax o per via telematica. Si specifica che l’unità dipartimentale competente può essere reperita sul seguente sito: www.direccte.gouv.fr – sulla destra in basso è necessario selezionare la regione (selectionnez votre région)- selezionare il dipartimento (selectionnez votre departement). Il documento del modello di attestazione di distacco è scaricabile dal sito : travail-emploi.gouv.fr

NUOVO SERVIZIO COLSEA PER ADEMPIMENTI LEGGE MACRON

Il nostro consorzio di servizi all’autotrasporto COLSEA ha stipulato un accordo per il servizio di rappresentanza in Francia. Il servizio comprende:

  • trasmissione contratto di nomina del rappresentante in Francia
  • trasmissione attestato di distacco e relativi allegati per ciascun autista
  • gestione dei documenti ON LINE e dei rapporti con le autorità francesi durante il periodo di validità dell’attestato e per i successivi 18 mesi
  • presentazione di tutti i documenti alle autorità preposte ai controlli, in caso di richiesta.
autotrasportatori-in-francia-nuove-regole-e-norme-cna-lombardia