Daniele Parolo: “Colpisce l’esclusione del territorio di Brescia dall’elenco delle aree per le quali non vale il tetto di fatturato di 2 milioni di euro per la sospensione dei versamenti IVA

Parolo, CNA Lombardia

Daniele Parolo: “Colpisce l’esclusione del territorio di Brescia dall’elenco delle aree per le quali non vale il tetto di fatturato di 2 milioni di euro per la sospensione dei versamenti IVA

Colpisce l’esclusione del territorio di Brescia dall’elenco delle aree per le quali non vale il tetto di fatturato di 2 milioni di euro per la sospensione dei versamenti IVA”.

Questo il commento, non polemico ma netto, del Presidente di Cna Lombardia, Daniele Parolo, che puntualizza: “Brescia ha ormai una situazione di gravità conclamata sotto il profilo dei contagi, e un’economia che sta subendo danni rilevantissimi e che la pone proprio in raccordo al Veneto, altra Regione colpita in modo significativo“.

Il riferimento normativo in questione è il comma 3 dell’articolo 62 del Decreto Cura Italia, rispetto al quale ci sarà ancora, secondo l’organizzazione degli artigiani lombardi, un lavoro di limatura parlamentare da condividere, ad esempio sul tema delle scadenze delle revisioni dei veicoli, il cui rinvio e’ stato previsto addirittura fino al 31 ottobre 2020.

daniele-parolo-quot-colpisce-l-039-esclusione-del-territorio-di-brescia-dall-039-elenco-delle-aree-per-le-quali-non-vale-il-tetto-di-fatturato-di-2-milioni-di-euro-per-la-sospensione-dei-versamenti-iva