In circolazione gravissime lettere di medie e grandi industrie che comunicano ai fornitori dilazione e rinvio dei pagamenti. No alla logica dello scaricabarile del grande verso il piccolo.

CNA chiede a Regione e al sistema Camerale ulteriori misure straordinarie di accesso al credito

In circolazione gravissime lettere di medie e grandi industrie che comunicano ai fornitori dilazione e rinvio dei pagamenti. No alla logica dello scaricabarile del grande verso il piccolo.

In circolazione gravissime lettere di medie e grandi industrie che comunicano ai fornitori dilazione e rinvio dei pagamenti. No alla logica dello scaricabarile del grande verso il piccolo. Servono strumenti inediti e potenti da parte di Regione, sistema camerale e banche: il credito deve essere supportato nel lungo termine, perché la convalescenza che ci aspetta non sarà breve

Sono giorni in cui il tessuto economico e produttivo del Paese, le sue imprese e le sue famiglie, i lavoratori dipendenti e gli autonomi, le partite IVA, il complesso della cittadinanza chiedono a gran voce di applicare in modo automatico gli strumenti di supporto alla liquidità decretati dal Governo.

Allo stesso tempo, CNA Lombardia torna a confermare la propria pressante richiesta, a Regione Lombardia e al sistema camerale, di misure anticicliche e straordinarie di promozione e agevolazione dell’accesso al credito, in una logica di ammortamento almeno quinquennale.

Discontinuità e un vero e proprio shock nella dimensione e nella qualità degli stanziamenti e delle misure da mettere in campo sono fondamentali: non possiamo accontentarci della riedizione o dell’irrobustimento di strumenti in vigore prima della crisi.

Servono strumenti inediti e potenti da parte di Regione e sistema camerale: il credito deve essere supportato nel lungo termine, perché la convalescenza che ci aspetta non sarà breve. Le banche non possono essere né rigide né timide, rischiando di segare il ramo dell’albero su cui si regge anche il loro futuro.

Suona a maggior ragione pregiudizievole e grave l’invito diffuso in queste ore in alcuni territori lombardi, e sostenuto da fac-simili di lettere precompilate, a rinviare i pagamenti ai fornitori.

Daniele Parolo, Presidente di CNA Lombardia, è su questo tema molto deciso nella sua denuncia:

In circolazione gravissime lettere di medie e grandi industrie che comunicano ai fornitori dilazione e rinvio dei pagamenti. No alla logica dello scaricabarile del grande verso il piccolo.

in-circolazione-gravissime-lettere-di-medie-e-grandi-industrie-che-comunicano-ai-fornitori-dilazione-e-rinvio-dei-pagamenti-no-alla-logica-dello-scaricabarile-del-grande-verso-il-piccolo-cna-lombardia