CNA Lombardia sulle riaperture: non chiediamoci CHI ma COME riaprire. Regìa regionale sulle ATS per l’applicazione delle regole, che devono essere tuttavia nazionali

Leggi i contributi di CNA

CNA Lombardia sulle riaperture: non chiediamoci CHI ma COME riaprire. Regìa regionale sulle ATS per l’applicazione delle regole, che devono essere tuttavia nazionali

Ha avuto luogo, questa mattina, la riunione del Tavolo dedicato agli aspetti di sicurezza sanitaria sul lavoro, al quale ha preso parte, a nome di CNA Lombardia, Paolo Panciroli.

Il Tavolo è stato presieduto dall’Assessore al Welfare, Giulio Gallera, supportato dall’Assessore all’Ambiente e al Clima, Raffaele Cattaneo.

CNA Lombardia ha ribadito alcuni punti essenziali:

  • Collocarsi con contributi lombardi, sì, ma rigorosamente dentro il perimetro del confronto Regioni-Governo, al fine di arrivare nel breve giro di pochi giorni ad una soluzione regolatoria unitaria e nazionale sulle possibili nuove aperture della fase 2;
  • Superare i codici Ateco come griglia esclusiva di codificazione tipologica delle attività;

 

  • Spostare il fuoco della domanda e delle definizioni dal “Chi può riaprire?” al “Come deve riaprire?”, garantendo rigore nei comportamenti e applicazione del Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro, già in essere dal 14 marzo e frutto del confronto Governo – Parti sociali

 

  • Partire dal sopracitato Protocollo per ragionare su differenti indici di pericolosità: basso, medio-basso, medio, medio alto, alto (le categorie su cui sta ragionando anche Inail Nazionale)

 

  • “Liberare” le pratiche di lavoro a rischio quasi nullo, quali le attività nella propria bottega degli imprenditori individuali e/o degli imprenditori con i propri soci lavoranti / famigliari.

 

Superare le iniziative che singolarmente stanno adottando le ATS territoriali sul terreno delle check list inviate alle singole imprese, per assumere una singola iniziativa regionale che codifichi questa metodologia: su questo tema, CNA Lombardia ha puntualizzato che gli organismi paritetici potrebbero svolgere un ruolo proattivo proprio in questa fase per coinvolgere debitamente il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Territoriale

cna-lombardia-sulle-riaperture-non-chiediamoci-chi-ma-come-riaprire-rega-regionale-sulle-ats-per-l-applicazione-delle-regole-che-devono-essere-tuttavia-nazionali-cna-lombardia